mercoledì 10 ottobre 2012

Rinforzare le difese immunitarie con l'Ayurveda: il Tulsi

In Ayurveda, l'Ojas, è quell'energia sottile che ha l'importante e fondamentale ruolo nel mantenimanto della buona salute. Le sue funzioni principali sono quelle di:
  • generare energia vitale
  • dare stabilità ed energia a tutti gli organi , tessuti e sistemi
  • assicurare a rinforzare e a mantenere efficente il sistema immunitario
Nella stagione fredda che sta arrivando, molti sono i rimedi appartenenti al mondo naturale che ci vengono in aiuto per rinforzare il nostro organismo e fare da scudo a tutti quei malanni comuni quali raffreddamenti, tosse, mal di gola e influenza.
Dal propoli al polline, prodotto dalle api, dall'echinacea all'astragalo, due erbe immunostimolanti, dalla rosa canina all'acerola, all'amla, ricchissime di vitamina C, fino ad arrivare alle spezie, come curcuma, zenzero e chiodi di garofano e agli oli essenziali quali eucalipto radiata, ravintsara e limone.

In India, durante le lezioni di erboristeria ayurvedica, ho avuto modo di conoscere anche il Tulsi, una varietà di basilico, che può essere inserito nella lista dei rimedi alternativi proprio per potenziare le nostre difese immunitarie ed essere un valido aiuto, non solo nei cambi di stagione, ma in tutti quei periodi di maggiore stanchezza e stress psicofisico.

Chiamato anche Tulasi (Ocimum Sanctum L.), originario dell'Asia, è una varietà di basilico medicinale riconosciuta come una delle piante più sacre della cultura indiana. Il suo nome significa "l'incomparabile" e l''antica tradizione afferma che la Madre Divina si sia manifestata sulla terra nella forma del Sacro Tulasi a beneficio di tutta la creazione.

Il Tulsi rientra nei componenti fondamentali della medicina ayurvedica. Diverse ricerche scientifiche hanno confermato i dati tradizionalmente noti nella medicina vedica, e la sua vasta gamma di proprietà medicinali è stata riconosciuta e utilizzata fin dai tempi antichi. Negli antichi testi viene descritto così: "... di gusto pungente con sottofondo amaro, aromatico, molto digeribile, caldo, secco, dissipatore di gas o vento (ayu o vata), distruttore di flemma (kapha), aperitivo e digestivo, fragrante, salutare e distruttore di vermi e cattivi odori."

Esistono 2 varietà di Ocimum Sanctum "Tulasi" eccellenti per le loro particolari ed efficaci proprietà medicinali:
  • Rama Tulasi dalle foglie di un verde più o meno scuro
  • Krishna Tulasi dal tipico colore violaceo
Il Tulsi è uno dei più efficaci adattogeni conosciuti: un adattogeno è un agente che aiuta l'organismo ad essere più efficace contro lo stress eccessivo, riducendone l'intensità e l'impatto negativo causato da tensioni fisiche e mentali, infezioni, malattie e stili di vita scorretti o poco equilibrati.

Quali sono i benefici del Tulsi sul nostro organismo e la nostra salute?
La sua composizione chimica è piuttosto complessa, esso contiene infatti centinaia di ingredienti benefici ben conosciuti nella farmacopea mondiale che, lavorando in sinergia fra loro si dimostrano ottimi antiossidanti, antivirali, antibatterici, immuno-stimolanti e adattogeni dando un ottimo supporto alle nostre difese naturali contro germi, disordini di varia natura e stress.
In India viene utilizzato come componente di molte ricette per il raffreddamento, la sinusite e come espettorante per la tosse grassa e il muco in eccesso. In particolare vi è una ricetta, a me molto cara, insegnatami dall'esperta in erboristeria ayurvedica in India, che ho provato e trovato molto utile durante l'influenza; vorrei condividerla per riportarvi qualcosa che sà di tradizione antica, un pò persa ai giorni nostri, ma che rimane viva nella sapiente medicina ayurvedica che da sempre si cura con la natura apprezzandone i molteplici benefici che ci apporta.
  • 1 cucchiaino di polvere di tulsi
  • 1 pezzetto di zenzero fresco
  • 1 chiodo di garofano
  • 1 pezzetto di cannella
  • 1 cardamomo verde
  • 3\ 4 palline di pepe nero
Sminuzzare le spezie con il mortaio e utilizzare la polvere come tisana, far bollire in 250 ml di acqua per almeno 5 minuti, filtrare e bere calda più volte al giorno. Assicuro personalmente l'efficacia di questo semplice preparato.

Come l'ayurveda ci inegna, il benessere e l'equilibrio non arrivano solo da un fattore di fisico, al contrario questa medicina lavora contemporaneamente sui 3 campi corpo- mente- spirito. Il Tulsi lavora a livello fisico in questo modo:
  • rafforza il sistema immunitario
  • attenua i processi infiammatori
  • favorisce i processi depurativi e l'eliminazione delle tossine
  • previene le ulcere gastriche
  • abbasa la febbre
  • aiuta la digestione
  • è di supporto alla corretta funzionalità cardiaca
  • è un ottimo rimedio per regolare la pressione sanguigna e controllare gli zuccheri nel sangue
Ma non solo, a livello emotivo:
  • agisce sull'apertura del chakra del cuore
  • sviluppa un sentimento di devozione ed amore incondizionato
  • migliora la concentrazione
  • aiuta ad avere chiarezza mentale
Ancora adesso il culto del Tulsi è vivo in India; è molto facile vedere davanti alle case almeno una pianta di Tulsi che al mattino viene annaffiata e onorata.

"...in ogni casa, villaggio e foresta, dove la pianta di Tulsi cresca,
ivi, miseria, paura, malattie e poverta' non esistono.
Tulsi sotto tutti gli aspetti e' piu' sacra tra i sacri.
Dove la brezza soffia attraversando la pianta di Tulsi
essa trasporta la sua fragranza rendendo il luogo pio e puro..."

Dal testo hindu Padma Purana

1 commento:

  1. Un saluto a tutte le lettrici.
    Spero di aiutarvi.
    Ho trovato un ottimo Te Tulsi sul sito Le Antiche Ricette dei Monaci al link www.leantichericettedeimonaci.it.
    E' molto buono e profumato dal gusto delicato, lo bevo senza zucchero. Lo consiglio per le sue molteplici proprietà.
    Ringraziamo la Natura che ci ha donato il Tulsi.

    RispondiElimina